Non proprio al fronte, non proprio appuntato su una scatola di fiammiferi ma quest'immenso illumina ancora…

Irish music. ancora.
E’ un vizio che fatico a sciogliere e dimenticare!
Il sole impallidito da queste cotonate nuvole mi si posa, bianco, sul viso.
L’aria è fresca e punge appena e questo violino irlandese colora questa stanza dal soffitto spiovente.
Mattina magica, leggermente malinconica ma di quel malinconico che serve per vivere a pieno, per accorgersi.
Caffé. Il primo, il più necessario.

-Buongiorno Mondo! Sono felice di vederti!-
Buongiorno a te, piccola creatura!-
-Ti amo! Oggi, ti amo!-
Ti amo anche io…-

Meglio sorridergli finchè il sorriso è di cuore e salutarlo prima che mi sovvenga perchè ho sottolineato “oggi”.

Pubblicato
Etichettato come parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *