Menu

But I remember you…

by gud, novembre 19, 2009

Oggi è la giornata dei ritrovamenti archeologici!
Dalla raccolta dei GooGooDolls al taccuino delle citazioni.
Soprattutto del taccuino delle citazioni!
Ecco, capita di trovare belle frasi tra le righe di un libro, nei testi di qualche canzone, tra le parole dette da qualcuno…un tempo le appuntavo su di un piccolissimo quadernino.
più intimo e segreto del mio stesso diario.
Ne avevo perse le tracce ed ora eccolo qui, ancora una volta tra le mie mani!
Quindi mentre premo play e mi faccio cullare dalle strafamossissime note di Iris,
ripercorro i miei innamoramenti di lettera.

p.s. c’era un motivo per cui amavo Italo C. così tanto…

ed a proposito, lascio questa :

Ci si mette a scrivere di lena, ma c’è un’ora in cui la penna non gratta che polveroso inchiostro, e non vi scorre più una goccia di vita, e la vita è tutta fuori, fuori dalla finestra, fuori di te, e ti sembra che mai più potrai rifugiarti nella pagina che scrivi, aprire un altro mondo, fare il salto.
Forse è meglio così: forse quando scrivevi con gioia non era miracolo né grazia: era peccato, idolatria, superbia. Ne sono fuori, allora? No, scrivendo non mi sono cambiata in bene: ho solo consumato un po’ d’ansiosa incosciente giovinezza.
Che mi varranno queste pagine scontente? Il libro, il voto, non varrà più di quanto tu vali.
Che ci si salvi l’anima scrivendo non è detto.
Scrivi, scrivi, e già la tua anima è persa.

No Comments


Leave a Reply

Your email address will not be published Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*