Buon giorno…

Affondò dolce, la testa nel cuscino bianco. Poi aprì gli occhi.

Il viso disteso, i capelli scomposti. Aspetto rilassato e selvaggio.
Si tirò su mollemente.
Si riadagiò qualche istante dopo e tirò un respiro profondo.
La luce del sole filtrava, sottile, dalle fessure delle serrande.
Si girava piano nel letto, come per sentirsi avvolta dall’abbraccio di una nuova giornata.
I vestiti erano ancora sparsi per la camera da letto.
Tutti secondo il percorso passionale della notte prima.
La sua biancheria, posata sul comodino, le strappò il primo sorriso della giornata…
Poi un rumore dolce e metallico, ed il profumo del caffé riempì, a poco a poco, quella stanza già piena di mattina.
Per quanto la notte sia magica, intrigante, onirica, fascinosa, oscura ed attraente, niente è migliore del risveglio, il mattino dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *