Niente Flash.

Click.

Lei dorme ancora.
Il sole, tagliato dalla serranda, le riga più e più volte la schiena. Nuda.

Click.

I capelli le incorniciano il viso, per metà affondato nel cuscino.

Click.

Le ossa del bacino appena accennate affiorano dalle lenzuola.

Click.

Troppo vicino.
Primissimo piano di ciglia sbattenti.

Un sorriso leggero.
Uno sbadiglio.
Un sorriso più aperto.
Lo sguardo fatto sereno sentendo il rumore della moka pronta.

Click.

Click.

Click…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *