Menu

Nel mondo che vorrei

by gud, maggio 22, 2013

Nel mondochevorrei le strade sono più simili a quelle di campagna, e tira l’aria di domenica mattina, d’estate, del pane cotto a legna.
Nel mondochevorrei c’è la carta dei difetti, non quella delle identità e quando dici ciao mi chiamo G qualcosa, poi si gioca a  celomanca.
pigrizia? celo, paura? celo, semprefame? beh un pochina ma è anche l’ora…
Nel mondochevorrei si fa merenda, anche coi cavoli se uno proprio non ne può fare a meno, ma per me la marmellata della nonna va perfetta.
Nel mondochevorrei, ai ragazzi innamorati crescono i fiori nella barba e alle ragazze è buon costume regalare mazzolini di biscotti e talvolta di carciofi.
Nel mondochevorrei ci sono tanti gatti che di inverno ti fanno anche da scaldasonno.
Nel mondochevorrei si disegna di continuo, e si può scarabocchiare anche sull’aria.
Nel mondochevorrei se l’idea è buona schiacci il cinque e se dici lo stesso tocchi il naso.
Se litighi poi, nel mondo che vorrei, ci sono vari modi di far pace.
I bigliettini sono il mio preferito.
Il mondochevorrei sembra sia stato scritto da un bambino perché in questo mondochevorrei sono i bambini che rieducano tutti gli altri grandi che sono stati troppo nel mondo che non volevo.
Nel mondochevorrei se immagini una cosa la puoi fare.
Se chiudi gli occhi e immagini un gelato ti cade in mano una gelatiera che ti dice “effattelo” ma è divertente, e te lo fai e poi è più buono.
I panini invece no, sono più buoni se li fanno apposta per te, nel mondochevorrei.
Nelle coperte del mondochevorrei ci sono cucite le novelle della sera e i libri parlano e borbottano e dibattono e si sfogliano stando appollaiati su scaffali in legno vivo.
Nel mondochevorrei ci son sia baci che sorrisi ed ogni lacrima è preziosa, preziossima, che non si può sprecare, ci si comprano le case se è pianta come diocomanda.
Nel mondochevorrei le case sono case ma anche un po’ barche e mongolfiere.
Nel mondochevorrei niente è più speciale di come sembri.

La voglia di gelato nel mondochevorrei è la distanza esatta tra tutte queste cose ed il mondo che ho.

1 Comment


    • Reply Cancel Reply
    • maggio 23, 2013

    ne mondo che vorrei io, le parolaie fanno effettivamente font.

Leave a Reply

Your email address will not be published Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*