L'amore ai tempi di Android

Sta tutto chiuso lì.In un miracolo di tecnica e concetto.Un centinaio di grammi fragili e complessi.Un amore odio costante e morboso.Un bisogno. Inventato.Lo dimentico.Spesso.Eppure la sera, quando vado a letto, diventa scrigno di pensieri inespressi, desideri percepiti e non formulati, diventa il nesso tra i sogni fatti anche prima di dormire e la vita vera,… Continua a leggere L'amore ai tempi di Android

L'ultima notte al mondo

Ogni tanto mi capita di pensare ad amene assurdità:cosa farei se fossi una rockstar, se vincessi l’enalotto, se potessi leggere nel pensiero, se i Maya avessero ragione…Se i Maya avessero ragione.Se il mondo finisse sul serio, se ci credessi davvero, penso non cambierebbe niente.Penso che mi piacerebbe lo stesso imparare a fare le curve precise… Continua a leggere L'ultima notte al mondo

Psicopatici si nasce.

Ho la febbre.Sono le quattro.Faccio un incubo.Mi sveglio madida di sudore, con la gola che pareva avessi usato un boa dell’ Amazzonia al posto della sciarpa.Bevo dell’acqua quasi col contagocce.Addio sonno.Muoio di caldo.Scendo in giardino e sembro una matta.In pigiama, con la sciarpa e il computer nel giardino buio.Alle cinque si sveglia mio babbo che… Continua a leggere Psicopatici si nasce.

D'ispirazione

Tangibile.Tra il sonno, il sogno, il vino e le lenzuola.C’è la tua mano lungo la mia schiena nuda.Il tuo respiro soffia e reinfiamma il mio desiderio sottocenere.Io sono qui.Tu, tu pure.C’è ancora la tua mano.Sul mio collosul mio visodelicata eviolenta.Come sempre.Io mi divincoloe la punta delle tue dita dipinge su di melinee duree morbidee profondedi… Continua a leggere D'ispirazione

Coincidenze

“Cos’è l’amore?”Tesoro mio che domandona.Beh, hai presente il quadro che c’è nell’ingresso, proprio appena entri, di fronte al portone?Sì, quel quadro con lo sfondo intenso che sfuma dal verde acqua al viola fino al rosso con un cerchietto ritagliato in fondo a destra?Ecco quel quadro l’ho dipinto io, lo sai no? Era una sera, una… Continua a leggere Coincidenze

Oltremare

Siamo in quella spiaggia.Quella dove andavi sempre.Quella con l’acqua cristallina, con la sabbia fine. Ho un vestito leggero di pizzo avorio.I capelli sciolti sulle spalle, mossi dal vento. Solo tu ed io. Nemmeno una parola. Solo io e te. Le mie labbra sulle tue. Le tue dita a seguire le linee del mio corpo.Il viso.Il… Continua a leggere Oltremare

Sei così bello.

Ci sono io.Nel nostro letto.Ho chiuso gli occhi solo un istante brevissimo ma devo essermi addormentata.Al solito.Mi sveglio e tu stai suonando. Piano. Dolce.Ti amo.Mi alzo e cammino lenta verso di te.Ti arrivo alle spalle.Ti bacio il collo e tu vorresti abbracciarmi ma poso la mia mano sulla tua:“Ti prego, continua.”Sorridi.Sorridi con quel sorriso che… Continua a leggere Sei così bello.

A Crystalware inside me.

Avevo meno di cinque anni.Era tutto chiarissimo.Avrei fatto la pittrice ed avrei vissuto in una fattoria nella quale le mucche sarebbero servite solo per il latte, le pecore per il formaggio, le galline per le uova ed i conigli per bellezza.Volevo le scarpe con gli strap ed i pantaloni con l’elastico e pieni di tasche… Continua a leggere A Crystalware inside me.