Menu

Un Fumettista che disegna le sue proprie storie è un ganzo; un fumettista che oltre a farlo, lo fa pure bene, è come Dio. figo.

by gud, ottobre 21, 2009

Accoglie la luce e permette di affacciarsi, a cosa sto pensando?

All’indiscutibile catalizzatore delle mie attenzioni da scarabocchiatrice, la finestra.

Parola, oggetto che si presta ad una bella serie di uscite esclamative filosofiche piuttosto che romantiche per non dire creative o persino inquietanti….bella parola dall’utile esistenza!

Beh, dopo oggi so come metterne almeno 3, della stessa dimensione, su una parete che non mi sta propriamente difronte, sono soddisfazioni!

Lungo la scia dei compiti di prospettiva, sono passata da “arredatrice ikea” ad “addetta traslochi per antichi greci” …com’è possibile? beh per me ed i miei compagni di corso non è un’impensabile metamorfosi;)

Quindi quarta lezione, i nomi letti ad inizio lezione cominciano a conquistarsi dei tratti somatici, magico sinolo indispensabile per identificare alla meno peggio, un essere umano…

le mie stanze in prospettiva erano buone, sostituisco buone con giuste, se non altro prive di errori facilmente individuabili, mettiamola così;)

E’ buffo, ogni lezione, ogni cosa che imparo, ogni giorno, sembra sempre difficile, rasente l’impossibile; in verità basta aspettare la lezione successiva per avere facilmente, un gradino più ripido da salire, senza inciampare…ho scelto proprio il paragone giusto…

La prima volta che ho salito le scale della comics me la ricordo bene, molto bene, perfettamente oserei dire…la prima volta che le ho scese non sono neppure inciampata, forse perchè per scenderle tutte avrò toccato si e no 5 scalini…
Oggi è andata un po’ come la prima volta, nessun intoppo, forse perchè ho davvero fatto attenzione alle raccomandazioni;) , forse perchè la mia testa era volata tanto in alto da darmi una vista ottimale ed infallibile del mezzo gradino, forse perchè per saper fare le cose semplici, io ho i miei personalissimi tempi…forse per tutto questo più un po’ di assenza di sfortuna solita!

Tra le cose di cui oggi mi sono resa conto, una è che adoro i compiti per casa, non è normale vero?

lo penso anche io, mi succedeva al liceo solo per qualche raro tipo di studio ma qui appena mi dicono “scervellati pure in quel di casa tua, per trovare in che modo abbassare la linea dell’orizzonte facendo meno linee possibili…” beh, sono contenta! no, non sono normale…

ecco lo spirito Nerd si sta insinuando nel mio modus vivendi…lo sta mutando…

La spia d’allarme sarà quando preferirò stare a casa il sabato sera…a quel punto soccorretemi!

ora che ci penso, sabato scorso…e quello prima…

O_O”

Penso che disdirò l’appuntamento di sabato col mio tavolo luminoso fatto in casa, speriamo la sappia prendere con filosofia, senza rivendicazioni…

1 Comment


  • Ma un fumettista che scrive ma non disegna mai le sue storie com'è? Probabilmente bipolare :PA tal proposito avevo giusto scritto una cosa...http://giuseppedibernardo.splinder.com

Leave a Reply

Your email address will not be published Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*