Omnem crede diem tibi diluxisse supremum: grata superveniet quae non sperabitur hora.

Ieri sera, tornando a casa, ho visto una cosa.

In macchia, per la strada, di fronte al ristorante dove M cenava.
Un’automobile dei carabinieri, delle persone ed un uomo, steso per terra, coperto da un lenzuolo bianco.
“M. sai che è successo?”
“era a cena qui, stava tornando a casa…”
Difficile non pensare ad altro.
Ed inevitabile immagino quest’uomo, a cena, mentre taglia la pizza e si chiede se mangerà o meno, anche quella parte un po’ più bruciata e pensa che domani metterà a posto la libreria, incontrerà quella persona, comprerà il latte….domani. Domani un cazzo.
Fare oggi, Fare oggi. Fare Assolutamente Oggi.
Pubblicato
Etichettato come gudsophia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *