Personenoce Personediamante

Nel mondo di maschere in cui viviamo, ho avuto modo di incontrare diversi tipi di persone.
Ci sono le personespecchio, le personefumo, le personecastagna, le personenebbia, le personecoperta, le personepesca ed altre.
Però oggi mi piace parlare delle personenoce e delle personediamante.

Le personediamante sono trasparenti.
Fredde di una bellezza antica.
Brillano di per sé.
Taglienti.
Solitarie.

Le personediamante hanno un fascino raro, qualità preziose, sono silenziose, ascoltano. Forse.
Le personediamante le metteresti su un piedistallo e ti perderesti nel tempo standole a guardare.
Le personediamante hanno sfaccettature belle da far male.
Rompono i denti dell’anima, spaccano il cuore.
Vogliono essere incastonate
ma non saranno mai tue.

Le personediamante sono trasparenti, piene di un sé che ti abbaglia.

Poi ci sono le personenoce.

Le personenoce sono a strati.
Ogni curva del guscio è un’emozione.
Non dimenticano niente.
Sanno tante cose.
Sono pazienti.
Fioriscono in primavera
e ti raggiungono a dicembre.
Sanno di casa.

Le personenoce hanno una storia per ogni cicatrice.
Le personenoce sono testarde, parlano con tutti stando chiuse in sé.
Le personenoce sono piene di schermi e se le guardi negl’occhi vuoi sapere cosa c’è dietro. Dentro.
Le personenoce magari non sono sempre originali, ma sono autentiche e se le accarezzi partendo dal bordo, se le baci ad occhi chiusi, se gli tieni la mano senza tremare, troppo, si spalancano.
E sono una meraviglia.

Le personenoce sono a strati, se arrivi al cuore te ne accorgi.

Coi diamanti ci fai i gioielli, con le noci ci fai i biscotti.

Io sono una personaffamata.

1 commento

Rispondi a Dan Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *