Sola Loquor

Ore cinque e quarantaquattro. Il mio corpo è posseduto da bollori estremi; boccheggio. L’inutilità del ventilatore. La mia anima è attanagliata da un’imprecisata ansia. Del mio sonno, nessuna traccia. Ho bevuto un po’ d’acqua che non era fresca affatto ma già l’azione del bere mi ha tolta da quella fase di torpore privo di senso… Continua a leggere Sola Loquor

Baciami ancora.

Lei ha tre anni, è esile, silenziosa e sorridente. Lui ne ha tre e mezzo e, seduto sulla ringhierina dello scivolo di legno, la guarda negl’occhi e le dichiara il suo amore eterno. Lei sorride e gli prende la mano. Scivolano giù, sull’erba. Si siedono l’uno di fronte all’altro. Il loro tenero chiacchiericcio accompagna il… Continua a leggere Baciami ancora.

da "Cento sonetti d'amore"

Oggi non ho voglia di scrivere. La giornata è volta all’insegna del disegno e delle scansioni, visto che è stato riesumato uno scanner superfigo del quale mi sono loscamente appropriata. Però, visto che le sei di questa mattina mi hanno trovata sveglia e riflessiva, riporto le righe che mi hanno fatto compagnia, al solito, grazie… Continua a leggere da "Cento sonetti d'amore"

Se fossi stata brava l'avrei scritta io…

Ci sono nottiche non accadono maie tu le cerchimuovendo le labbra.Poi t’immagini sedutoal posto degli dèi.E non sai diredove stia il sacrilegio:se nel ripudiodell’età adultache nulla perdonao nella bramad’essere immortaleper vivere infiniteattese di nottiche non accadono mai. -Alda Merini-

Pubblicato
Etichettato come Notti, Poesia